Quanto valgono le 500 Lire Argento?

Di seguito, puoi trovare la quotazione delle 500 lire in argento basata sulla quantità di metallo prezioso contenuto.

€ 5.10

Domanda

Prezzo a cui puoi vendere una moneta

€ 7.65

Offerta

Prezzo a cui puoi acquistare una moneta

€ 0.69

Valore al grammo

Valore di 1 grammo di argento (fonte: LBMA)

Le Caravelle con le bandiere controvento

Questa moneta fu l'unica a non avere contenuti celebrativi rispetto le altre due che vennero coniate in seguito, ossia "Unità d'Italia" e "Dante". La prima serie di 500 lire caravelle fu coniata nel 1957 e comprendeva 1070 monete che per un errore di conio ebbero in seguito un valore altissimo. Queste monete furono destinate alle istituzioni e furono donate per la fine della legislatura ai parlamentari uscenti. Sono riconoscibili anche per la presenza della scritta «prova» (nella foto, la si nota in basso a sinistra). Le bandiere degli alberi maestri sventolavano rivolte a sinistra, ossia nel verso opposto di quello in cui le navi avevano la prua. Per alcuni non si trattava di un vero e proprio errore, ma per il capitano di Marina Giusco di Calabria, le monete riportavano un errore imperdonabile: le bandiere in cima agli alberi delle caravelle erano disposte controvento, rivolte verso la poppa. Nemmeno le antiche stampe marinare risolsero il dubbio, poiché le stesse bandiere venivano raffigurate in tutte le posizionie. Nel 1958 si scelse di modificare la disposizione delle bandiere.

Storia della moneta in Italia

Le prime emissioni di monete dalle zecche di Milano, Bologna e Venezia si ebbero nel 1807, con monete da 40, 5 e 2 lire, l'anno successivo vennero coniate anche monete da 20 lire e da 1 lira. Nel 1861, con la riunificazione dell'Italia sotto Casa Savoia, la lira tornò ad essere la valuta italiana. Dal 1958 al 1967 e dal 1982 fino al 2001 in italia furono coniate le monte da 500 lire d'argento. Dal 2002 la lira italiana è stata sostituita dall'euro. Oltre alle monete normalmente in circolazione sono state coniate anche molte monete in argento, emesse appositamente per i collezionisti.

500 LIRE D'ARGENTO

500 lire unità d'italia

Dal il 1961 al 1963 le 500 lire coniate sono un modello particolare e degno di nota, una moneta commemorativa da ...

500 lire caravelle

Nel 1958 al 1967 fu coniata la moneta caravelle. Il valore di queste monete può subire variazioni a seconda dell’anno ...

500 lire dante alighieri

In occasione dei festeggiamenti nel 1965 del Settimo Centenario della nascita di Dante furono coniate 500 lire ...

Monete in oro

Non ci furuno emissioni ufficiali della zecca di stato in oro. Le unità coniate in oro, pur presentando il valore facciale di "500 lire" erano considerate medaglie e non monete. La destinazione di queste medaglie è solo per collezionisti, il cui valore in genere è costituito dalla sola quantità di oro presente.

Moneta d'argento e Monete bimetalliche

A partire dal 1958 al 1967 la zecca di Roma ha emesso monete da 500 lire d'argento. Le monete coniate furono di tre tipologie: Caravelle, Unità d’Italia e Dante. Tutte queste monete d'argento hanno un diametro di 29 mm, un peso di 11 grammi ed il titolo di argento è di 835/1000. Dopo il 1967 questo tipo di coniazione terminò per motivi di costi e per le imitazioni (falsi). Dal 1982 la zecca inizio a coniare una nuova moneta bimetallica da 500 lire usando metalli non preziosi: l'interno è in bronzo mentre l'esterno è in acciaio. Il diametro e il peso di queste nuove monete bimetalliche diminuirono . Al dritto è raffigurata la Repubblica, rappresentata da una testa femminile: alle tempie ci sono delle ali che rappresentano l'intelligenza e la libertà. Sotto c'è la legenda "L. CRETARA". Intorno è presente una stella e la legenda "REPVBBLICA ITALIANA". Al rovescio è raffigurata la piazza del Quirinale, con il palazzo e le statue dei Dioscuri. Intorno spiga di grano e rami di olivo.